jump to navigation

Sono un asociale 11 gennaio 2007

Posted by Lorenzo in Blogosfera, Cose dal mondo, Pensieri e parole.
2 comments

Da quel poco che ho letto in giro, non c’è blogger o testata giornalistica che non parli di iPhone (il nuovo telefonino Apple), suscitando soprattutto reazioni entusiastiche, oppure anche qualche stroncatura. Insomma, mi sento molto isolato nel mio banalissimo disinteresse per la nuova creatura Apple… disinteressati di tutto il mondo, fatevi sentire, non fatemi sentire un asociale!

Annunci

Legittima difesa? 28 novembre 2006

Posted by Lorenzo in Cose dal mondo.
2 comments

Un calciatore che prende a pugni un proprio compagno di squadra, può addurre come motivazione del gesto una legittima difesa a causa della “defecatio persecutio” del proprio compagno di squadra? Che, detto tra noi, dev’essere il “bomber” della squadra, anche se forse non in fatto di gol segnati…

L’orecchione made in USA 8 ottobre 2006

Posted by Lorenzo in Cose dal mondo.
add a comment

Come letto sul blog di Exploit, pare che gli Stati Uniti stiano pensando di mettere in piedi un software in grado di scandagliare i media di tutto il globo (o giù di lì) per raccogliere le opinioni negative che vengono espresse verso gli Stati Uniti e verso i suoi leader. Non so se è compreso pure il leader del Movimento per la salvaguardia dell’antico metodo di macellazione suina.

Io comunque mi propongo fin da ora come beta tester del software, rivolgendomi direttamente ai pensatori di questa trovata con le immortali parole di Alberto Sordi. E’ gradito un feedback.

Non ci capisco nulla 8 ottobre 2006

Posted by Lorenzo in Cose dal mondo.
4 comments

Partiamo da alcuni assunti:

– in Russia non c’è più il comunismo
– gli Stati Uniti esportano (o dovrebbero) esportare, oltre a tante altre cose, la democrazia
– il precedente Governo (e soprattutto il Presidente del Consiglio) era molto amico di Putin, uno che mette la stessa allegria che si può avere constatando che la carta igienica è stata sostituita dalla carta vetrata

Poi uno legge una notizia come questa, e si domanda: ma il comunismo non era finito in Russia? Putin sarebbe un leader democratico? Se la Russia non è democratica, gli Stati Uniti quindi esporteranno pure lì la democrazia (certo, come no!)? Il Governo attuale sarà anch’esso culo e camicia con la Russia (non mi stupirebbe)?

Se c’è qualche anima pia che mi vuol dare una mano a capire…

Aggiornamento: un’interessante approfondimento sul Corriere